Crea sito

L’alternativa

Chi l’ha detto che essere vegano vuol dire mangiare cibi tristi e insipidi, ci si può sbizzarrire creando tante pietanze nuove utilizzando ingredienti non crudeli e naturali,anche sani aggiungerei,o se si vuole si può anche cercare di replicare prodotti e piatti non adatti a una alimentazione vegana con grande successo e soddisfazione. E’ il caso di questa ricottina di soia che io ho poi voluto accompagnare da una nota dolce.

WP_20160317_09_02_29_Pro

RICOTTA DI SOIA

Ingredienti

1 litro di latte di soia non zuccherato

il succo di un limone

un pizzico di sale

FIORDIFRUTTA alla ROSA CANINA RIGONI DI ASIAGO

Preparazione

Versare tutto il latte in un pentolino e metterlo sul fuoco fino a portarlo a bollore. Quando inizia a bollire spegnere la fiamma e versare il succo di limone e il sale, mescolare con un cucchiaio e coprire il pentolino col coperchio e lasciare raffreddare il tutto. Quando il latte,ormai cagliato, sarà freddo colarlo prima dentro uno scolapasta per far scolare la maggior parte del siero e versare poi tutto dentro una forma per ricotta. Mettere la forma piena dentro un colino e sopra un contenitore vuoto in modo che possa continuare a perdere altro siero ma lasciando il tutto, coperto, dentro il frigorifero per almeno 24 ore. Il giorno dopo sformare la ricottina e servirla accompagnata da qualche cucchiaio di Fiordifrutta.

Be Sociable, Share!
Posted by ceciliametella in Antipasto, Dolce, Secondo | Trackback

Lascia un commento

  Some XHTML allowed.  

*